L’artista

La mostra a Spazio Tadini

QUOTAZIONI OPERE DI FARINA

GIUSEPPE (BEPPE) FARINA

nasce a Torino nel 1962. Figlio d’arte, fin da giovane studia musica con Giuseppe Molino e teatro con Enzo Garinei. All’età di trent’anni diviene curatore dell’attività del padre Armando Farina, esponente di rilievo della pittura contemporanea italiana. Col passare degli anni affina tecniche pittoriche informali e astratte e delinea la propria avventura artistica intimistica.

Il suo è un costante lavoro di ricerca, all’insegna della contaminazione con altri generi artistici. Per quanto concerne il teatro, nello stesso periodo collabora con Renata Zamengo e Dacia Maraini. Nel 2005 espone alcune sue opere nell’allestimento di scenografie relative alle rappresentazioni teatrali del regista romano Michele La Ginestra.

L’anno seguente partecipa al Concorso d’Arte città di Fondi ottenendo il IV premio e diviene Art manager delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006. Da qui l’incontro con Aldo Caner, direttore artistico della Galleria Le Petit Prince di Ravello in seguito al quale entra a far parte del suo team di artisti. Dal 2007 è Direttore artistico del Parco letterario Pierpaolo Pasolini, nel quartiere di Ostia. In tale ambito, presenterà alcuni lavori di land art performativa con riferimenti alla letteratura ‘pasoliniana’.

Nel 2010 a Torino firma il manifesto artistico Stefart ed è tra i finalisti all’Open Art Gallery di Milano. Nel 2011 riceve l’incarico dal Museo del Presente di Rende di realizzare una personale d’arte contemporanea intitolata ‘Viaggi sentimentali’.

E’ ideatore del progetto Esse incontro tra il visivo e l’espressivo attraverso il teatro.

Annunci

Informazioni su melina scalise

giornalista, psicologa

I commenti sono chiusi.