Fernando De Filippi espone all’aeroporto di Malpensa con Spazio Tadini

La sala Pergolesi dell’aeroporto di Malpensa, grazie alla collaborazione tra Club Sea e Spazio Tadini accoglie le opere dell’artista milanese Fernando De Filippi. Si tratta di una selezione rappresentativa dei lavori realizzati negli ultimi anni. I cicli rappresentati sono: Vento che parli con voce leggera di foglie; Paesaggi tropicaliI quattro elementi; Mithos; Cuba Cuba.

De Filippi non ha mai abbandonato nel tempo il suo gusto per il disegno, per un figurativo che spazia dal racconto della storia, come l’impegno politico e i riferimenti al mito, fino all’esaltazione della natura che si manifesta nella ricerca quasi maniacale del dettaglio. I colori accessi, la vivacità e la ricchezza di espressione hanno sempre contraddistinto il lavoro di De Filippi.

Valori opere De Filippi

Breve Biografia

Nasce a Lecce l’11 aprile del 1940.

A 11 anni è ammesso ai Corsi di Pittura della Scuola media annessa al locale Istituto d’Arte, dove vive sin da giovanissimo l’esperienza della bottega. Dopo aver conseguito il diploma di Maestro d’Arte, nel settembre del 1959 si trasferisce in un primo tempo a Parigi stabilendosi poi definitivamente a Milano, dove si iscrive all’ Accademia di Belle Arti di Brera dapprima ai corsi di Pittura del Prof.Morelli , quindi a quelli di Scenografia del Prof.Varisco, conseguendo il diploma nel 1964.

Dal 1966 é Docente di Ornato Disegnato presso il Liceo Artistico di Brera.

Dal 1971 al 1973 é Direttore dello stesso Liceo.

Nel 1973 assume l’incarico del Corso Complementare di Tecniche Grafiche Speciali presso l’Accademia di Brera a Milano.

Nel 1979 é Docente di Scenografia presso L’Accademia di Bari.

Dal 1982 é docente all’Accademia di Brera a Milano.

Dal 1991 è Direttore della stessa Accademia.

Ha esposto in Italia e all’estero nelle maggiori città d’arte e rassegne internazionali.

Annunci

Una risposta

  1. […] e la Monteverdi. Questa volta a testimoniare l’arte del Belpaese sono due artisti milanesi: Fernando De Filippi e Alessandro Docci. Dopo il successo di pubblico della mostra di Rodolfo Guzzoni, Goffredo Radicati […]